patologie del nervo ottico

Patologie del nervo ottico: sintomi, cause e cure

Il nervo ottico è quella parte dell’apparto visivo che trasporta al cervello le informazioni carpite dall’occhio. Lesioni o patologie al nervo ottico causano ovviamente seri problemi alla vista; se le lesioni sono di tipo permanente la vista può risultare compromessa, è quindi importante rivolgersi al proprio medico di fiducia ogni qual volta si avvertano problematiche di qualsiasi genere agli occhi. In questo modo si scongiura l’eventuale presenza di traumi, patologie o infiammazioni che possono essere cause di problematiche più gravi.

I sintomi

I sintomi correlati alle infiammazioni e alle problematiche degenerative del nervo ottico sono varie. La vista offuscata, o il campo visivo che si restringe, sono sintomi che devono subito allarmarci e consigliarci di recarsi al più presto da un oculista, o anche dal medico di famiglia. Altri sintomi delle patologie del nervo ottico possono essere la completa perdita della vista, anche solo da un occhio, così come zone cieche all’interno del campo visivo, dolore all’occhio e ci sono addirittura casi di soggetti affetti da patologie al nervo ottico che sono diventate improvvisamente daltoniche. Le principali patologie del nervo ottico sono due: la neurite ottica, che è un’infiammazione, è il glaucoma che è invece un disturbo degenerativo.

La neurite ottica
Si tratta di un’infiammazione del nervo ottico, che causa sintomi quali seri problemi visivi, dolore quando si muovono gli occhi, difficile visione dei colori e flash luminosi all’interno del campo visivo. La patologia colpisce solitamente un singolo occhio; chi però ha sofferto di neurite ottica da un lato, ha maggiore probabilità di soffrirne anche dall’altro lato. In alcuni casi questa infiammazione si risolve autonomamente, con un ripristino completo delle funzioni visive. Ci sono invece casi invece si arriva a danni permanenti al nervo ottico, correlati all’atrofia di alcune zone dello stesso. Le ricadute hanno un’incidenza significativa, circa un quarto dei soggetti ha alte probabilità di contrarre nuovamente l’infiammazione nell’arco dei 5 anni.

Il glaucoma
Il glaucoma è una patologia ben nota, dovuta a un aumento della pressione all’interno dell’occhio. Purtroppo spesso la patologia ai primi stadi è completamente asintomatica; quindi se non si fanno controlli specifici si ottiene una diagnosi solo dopo che i primi sintomi si sono mostrati, quando la patologia risulta già potenzialmente invalidante. Il principale sintomo è correlato al restringimento del campo visivo, progressivamente però si può giungere alla perdita della vista quasi completa.

Le cause
Non è facile descrivere le cause delle patologie e delle infiammazioni che possono colpire il nervo ottico. Nel caso del glaucoma si tratta spesso di una problematica correlata alla familiarità: chi ha un parente stretto che soffre di glaucoma dovrebbe sottoporsi, a partire dal 40 anni, a periodiche visite di controllo della pressione intraoculare. Altre cause possono essere il diabete o dei traumi, si calcola anche che una buona percentuale di soggetti affetti da glaucoma siano miopi, questo difetto visivo è quindi considerato un fattore predisponente. Per quanto riguarda la neurite ottica è spesso un disturbo dovuto patologie preesistenti, alcune di importante entità, come ad esempio la sclerosi multipla; possono soffrire di neurite ottica anche i soggetti affetti da lupus eritematoso, tumori o malattia di Lyme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *