Come ottenere il visto per la Russia

Come ottenere il visto per la Russia

La Russia è un paese extra-EU e, come nel caso di molti altre nazioni, per visitarla, che siano motivi di lavoro o di studio, è necessario ottenere il visto e adempiere a tutti gli adempimenti burocratici. Ma da dove partire? Ecco allora tutto quello che c’è da sapere prima di un viaggio in terra russa.

Come fare un visto per la Russia

Quando si viaggia all’estero, uno dei maggiori problemi a livello burocratico è il visto, un documento che vi consente effettivamente di entrare nel paese senza violare la legge. Quando si tratta di documenti indispensabili per viaggiare all’estero è sempre bene partire informati, qualsiasi sia il tipo di viaggio che volete intraprendere. Evitate di muovervi in modo improvvisato, all’ultimo minuto e, soprattutto, siate sempre informati sull’iter burocratico che dovrete seguire nel dettaglio.

Visto, dicevamo. Quando si parla di visto lo si associa sempre a un viaggio molto lontano da casa e, infatti, si richiede un visto non per viaggiare verso un paese comunitario, chiaramente, ma per muoversi verso un paese lontano, come gli Stati Uniti, il Canada o l’Australia. Ma si parla di visto anche quando ci troviamo a viaggiare verso paesi geograficamente più vicini a noi, come la Russia.

Dunque. Siete in procinto di partire per la Russia? State organizzando il vostro trasferimento in questo paese per motivi di lavoro, di affari o di studio? O magari dovete semplicemente recarvi in questo paese per trovare un amico o un parente. Qualunque sia il vostro caso, avrete bisogno un visto che autorizzi il vostro ingresso nel paese, la vostra permanenza o anche solo un transito nel territorio della Russia.

Come sempre, esistono differenti tipologie di visto, ognuno in base alle diverse motivazioni che vi possono spingere a partire per la Russia:

• Visto turistico, con validità 30 giorni
• Visto per motivi d’affari
• Visto per motivi di studio
• Visto per andare a lavorare in Russia
• Visto per viaggi di carattere umanitario e scambi culturali
• Visto per transitare sul territorio russo (sono esclusi gli scali in aeroporto che non comportano l’uscita dal territorio internazionale)

In quasi tutti i casi il visto dovrà essere accompagnato dalla lettera d’invito. Nel caso di un viaggio turistico si tratta di un documento che viene emesso dalla struttura presso la quale si alloggerà, l’albergo quindi, mentre se viaggiate per affare sarà l’azienda che dovrete incontrare a emettere il documento. Cambia il mittente, in sostanza, ma il valore di questo documento è importante per permettervi avere l’autorizzazione di entrare nel paese.

Commenta