Ma come finisce poi l’Universo?

Senza la teoria del Big Bang non sapremmo davvero dove andare a parare riguardo la fine dell’Universo, per quanto strano possa sembrare il suo inizio spiega la fine. Ma state tranquilli. Non è ancora dietro l’angolo. Grazie alla teoria del Big Bang e al Modello Standard della Creazione dell’Universo abbiamo accumulato una conoscenza molto vasta e un modello previsionale sufficientemente attendibile da ottenere riscontri con delle osservazioni visive. Non tutti i riscontri come sappiamo: manca ancora la grande teoria unificatrice che spieghi – una volta per tutte – le contraddizioni del comportamento della materia a livello di particelle e di come le 4 forze possano stare insieme, soprattutto gravità ed elettromagnetismo, che si comportano in modo molto sorprendente.

Grazie alle osservazioni e alle misurazioni dirette oggi sappiamo che il nostro Universo non è stazionario, ma si sta espandendo. Non solo: fatto ancora più sorprendente esso sta accelerando anziché rallentare. L’inizio di tutto è stimato intorno a 14 miliardi di anni fa. Ma cosa accadde immediatamente dopo? La teoria inflazionaria spiega la creazione dell’universo con un momento in cui la materia si crea. Eppure si pensa che la luce, oggi così comune, si sia formata solo 400 milioni di anni dopo il Big Bang. Un miliardo di anni dopo vediamo la prima stella e dopo ancora un miliardo le stelle si ammassano a formare le Galassie.

Una delle teorie più pubblicizzate è quella del Big Crunch, del grande strizzamento, nel quale l’universo finirebbe collassando in un unico punto detto singolarità per formare un nuovo big bang e un nuovo universo. La teoria più popolare è quella del grande raffreddamento, la morte termica dell’Universo. L’espansione si propaga nello spazio e nel tempo, ma la materia formata cede calore. Quando l’universo raggiungerà lo zero assoluto di temperatura esso smetterà di muoversi, nessuna forza innescherà il movimento.

Ma a parte questo alcuni astrofisici vanno oltre e si chiedono: se ipotizziamo altra vita fuori dal nostro sistema solare, nella Galassia e in altre galassie, perché non ci potremmo trovare in uno dei tanti universi? Un multiverso. Dal momento che un multiverso formato da infiniti universi richiederebbe spazio ed energia, esso non cesserà mai di esistere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *