Il fenomeno della Luna Rossa

Anche quest’anno c’è stato un gran parlare del fenomeno della luna rossa, ovvero quando il nostro amato satellite “si ingrandisce” e prende una tonalità rossa. Ma perché ogni tanto succede così? Quali sono i fattori che provocano questo cambiamento cromatico?

Una vita piena di cambiamenti

Ogni tanto leggiamo sul giornale notizie che preannunciano un cambiamento temporaneo nell’aspetto dell’unico satellite naturale che orbita intorno al pianeta terra, ovvero la Luna. I più frequenti sono le eclissi, ma molti dei fenomeni che la riguardano prevedono un suo cambiamento cromatico.

In particolare, quello che sembra “andare per la maggiore” è il fenomeno della Luna rossa. Come mai? Quali sono i fattori che determinano questo cambiamento che di solito non dura che un’oretta? Lo spieghiamo subito.

Il fenomeno della Luna rossa si manifesta quando la luce – sarebbe meglio parlare di fotoni, che sono delle particelle che compongono la luce – riflessa dalla Luna che si trova nella parte bassa del cielo, deve attraversare una parte di atmosfera terrestre molto spessa.

Sappiamo che nonostante le apparenze, l’atmosfera terrestre è un luogo tutt’altro che tranquillo e privo di fenomeni. È per esempio la presenza di turbolenze nell’aria che fa sì che i fotoni si diffondano, causando di conseguenza uno spargimento delle radiazioni lunari in ogni direzione, con prevalenza dei fotoni blu sui fotoni rossi.

Sulla linea dell’orizzonte

Tuttavia, la Luna “si tinge” di rosso – analogamente a quanto accade talvolta per il sole – nella parte più bassa della volta celeste, quindi quando sorge e tramonta, cioè quando si trova molto vicina alla linea dell’orizzonte.

Infatti, quando è in questa posizione la luna può assumere il colore rosso, perché i fotoni blu sono stati diramati altrove, facendo sì che rimanessero solo quelli rossi. Se notate bene quando accadono questi fenomeni, guardando la parte di cielo a 90° rispetto al sole, lo vedrete di un colore stranamente bluastro: è li che sono state diramate le particelle blu che si sono diffuse nell’atmosfera. Una spiegazione valida anche per rispondere alla domanda: “Perché il cielo è blu?”.

A volte la Luna si colora di rosso anche quando accadono i fenomeni di eclissi. In questo caso, la “colpa” è da imputarsi ai raggi solari che si disperdono nello spazio circostante e colorano di rosso il nostro satellite, dandogli un aspetto molto affascinante, misterioso, per non dire macabro.

Ora che sapete perché la Luna ogni tanto devia la sua tonalità cromatica, passando dal tipico bianco macchiato al rosso, potete aggiungere qualche descrizione “più seria”, che vi faccia passare da intellettuali (ovviamente stiamo scherzando).

Ammettetelo: quante volte avete provato con scarso successo a fotografare la luna rossa per postarla su Instagram, ottenendo come risultato un punto rosso e sbiadito dall’effetto piuttosto imbarazzante?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *