Finanziamenti alle imprese per aprire una ludoteca

Aprire una ludoteca con i finanziamenti alle imprese

Finanziamenti alle imprese per una ludoteca

Lavorare per i bambini rappresenta l’ambizione di tutti coloro che amano i più piccoli e che vorrebbero fare della loro passione un lavoro. A tal proposito potrebbe essere interessante aprire una ludoteca. Si tratta di un luogo costruito esclusivamente ad hoc per i bambini, dove quest’ultimi avranno la possibilità di giocare ed imparare a stare insieme agli altri. Uno degli aspetti che differenzia la ludoteca da altre strutture per certi versi simili (ad esempio l’asilo nido) è dato dal fatto che in ludoteca i bambini non si separano dai loro genitori. Quest’ultimi, dunque, non si limitano ad accompagnarli per poi venirli a riprendere nelle ore successive ma trascorrono con loro quei momenti; anzi, spesso partecipano in maniera attiva alle varie attività. Andiamo a vedere tutto ciò che serve, a partire dalla richiesta di finanziamenti alle imprese passando per l’iter burocratico e gli altri adempimenti, per aprire una ludoteca.

Aprire una ludoteca: ecco l’iter

Per aprire una ludoteca bisogna seguire una procedura che, rispetto ad altre attività, risulta essere leggermente più complessa a causa del fatto che si tratta di un luogo adibito alla presenza soprattutto di bambini. Bisogna, come sempre avviene quando si avvia una nuova attività, procedere all’apertura di una Partita Iva e all’iscrizione della ludoteca presso il Registro delle Imprese. Uno degli aspetti più importanti riguarda il luogo che è stato individuato per ospitare la ludoteca. Infatti, è necessario presentare al comune presso cui si trova il locale la domanda di inizio attività. Inoltre, bisogna avere l’attestato di idoneità igienico-sanitaria per i locali nonché un certificato di prevenzione incendi che verrà rilasciato dal comando provinciale dei vigili del fuoco. In tema di sicurezza, un altro aspetto riguarda la stipula di un contratto di assicurazione obbligatoria contro malattie ed infortuni sul lavoro. Per farlo bisogna recarsi presso la sede provinciale dell’Inail. Presso l’Inps sarà, invece, possibile effettuare l’iscrizione nel settore dedicato alla gestione delle prestazioni previdenziali e dei contributi. Queste sono norme di tipo generale ma è bene precisare che, soprattutto per quanto concerne requisiti a carattere strutturale, conviene dare uno sguardo anche alla legge vigente in materia relativa alla regione che ospiterà la ludoteca.

Aprire una ludoteca: diversi i format disponibili

Prima di aprire una ludoteca bisogna informarsi sui costi dell’operazione ma anche sul tipo di ludoteca che si vuole aprire. Infatti, in base al format che si sceglie esistono diverse forme di finanziamenti alle imprese che vogliono fare business in questo settore. Così come ogni attività, c’è chi opta per l’apertura di una ludoteca in forma privata ma anche chi, con l’aiuto di altre persone, decide di creare una società come, ad esempio, un’associazione a carattere culturale o una cooperativa. A tal proposito, è importante guardare a tutte le forme di finanziamento alle imprese esistenti per gli imprenditori. Ci sono, infatti, contributi e agevolazioni sia per le società che per i privati. Non è esclusa l’opportunità di aprire una ludoteca in franchising, affiliandosi in tal modo ad un marchio già attivo nel settore. Per le modalità di accesso ai finanziamenti alle imprese è consigliato, comunque, tenersi sempre aggiornati dando un’occhiata alla normativa in vigore a livello europeo, nazionale e regionale.

Una risposta

  1. ANGELO ARCURI 25 maggio 2016 Rispondi

Commenta