Come applicare la carta da parati

Come applicare la carta da parati

La carta da parati vive oggi un periodo di rinascita, con un nuovo successo che pian piano eliminerà la vecchia reputazione di arredamento cheap dalle fantasie discutibili. Le moderne tecnologie permettono una personalizzazione mai vista prima, e in questo modo il consumatore può davvero sbizzarrirsi nella scelta di colori e texture. Ma come si applica la carta da parati? Ecco una breve guida. 

L’importanza di farsi dare una mano

La carta da parati è una soluzione perfetta per modificare l’aspetto estetico di una stanza, valorizzandola; e questo specialmente se si vuole optare per qualcosa più al passo coi tempi, tappezzando quindi una sola parete della camera per dare enfasi e personalità a quella parte specifica.

Ma non solo: infatti, questa scelta oltre a dare risalto a una parte dell’ambiente, su può optare anche per fungere da rivestimento di particolari elementi architettonici dell’abitazione, come una quinta, le nicchie o un pilastro. Non c’è, infatti, di che preoccuparsi dal momento che le migliori aziende del settore, grazie alle nuove tecnologie, producono una carta da parati ben adattabile a qualsiasi tipo di superficie.

Un’altra soluzione è anche quella di posare la carta da parati su una sola parte di una singola parete, usando delle texture oppure delimitando i lati con delle cornici che si trovano facilmente nei negozi fai da te. In ogni caso, posare la carta da parati non è operazione complessa, ma soprattutto se il prodotto acquistato è di qualità e pregio – e, quindi, costoso – è sempre bene affidarsi alle mani di un esperto.

Il tempo di applicazione della carta da parati varia in base al tipo di prodotto scelto: un supporto in tessuto (chiamato TNT) è più facile degli altri, in quanto in questo caso la colla va applicata direttamente sul muro. Di solito, la carta da parati viene venduta in rotoli di 50cm di larghezza, e una lunghezza anche di 10 metri.

L’occorrente

Affinché l’applicazione avvenga in modo corretto, è bene dotarsi di tutto ciò che è necessario:

  • Matita
  • Forbici
  • Cutter
  • Spazzola
  • Pennello
  • Rullo di gomma
  • Secchio
  • Filo a piombo
  • Spugna
  • Metro
  • Forbici
  • Livella
  • Righello

È, inoltre, opportuno preparare la superficie del muro in modo da predisporla all’applicazione della carta da parati: s’intende dire che il muro non deve avere crepe, buchi i quali – se presenti – dovranno essere stuccati e carteggiati. Nessun problema, invece, se le pareti sono già verniciate con delle vernici acriliche o idropitture (andranno carteggiate se, invece, sono state dipinte con vernice a smalto).

Il procedimento

Bisogna, innanzitutto, preparare la colla. Tale operazione avviene mescolando la sostanza adesiva con l’acqua. Quando questo composto è pronto, va steso sulla prima parte di muratura che ospiterà il primo rotolo di carta da parati.

La stesura deve essere dall’alto verso il basso, posando la carta sul muro e via via scendendo molto lentamente, facendo attenzione a non creare nessuna bolla d’aria. Terminata la posatura, con la spazzola si possono eliminare eventuali bolle d’aria sempre ricordandosi di procedere dall’alto verso il basso, e dal centro verso i lati.

Adesso si può stendere la colla per il secondo rotolo di carta da parati, un procedimento che andrà ripetuto fino alla fine della parete. In caso di prese di corrente, bisogna smontare le placche e tagliare la carta in corrispondenza del foro, bloccandola poi di nuovo con la placca precedentemente smontata.

Infine, andrà rifilata la carta eccedente e rifiniti gli angoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *