Cavalier King Charles Spaniel: bellezza e bontà

Cosa sapere sui Cavalier King Charles Spaniel

Il cane Cavalier King Charles Spaniel Charles Spaniel ha origini inglesi. Un tempo era conosciuto come il cane della regina perchè sua altezza Elisabetta ne aveva riconosciuto bellezza e bontà circondandosi in Buckingham Palace di diversi esemplari di questa razza.

E’ un cane di piccola taglia (il peso minimo è di 5 kg e il massimo ‘dovrebbe essere’ di 8/10kg) e si caratterizza per il suo aspetto semplicemente ‘delizioso’. E’ un cane, buono, docile, ama le comodità e non sopporta lo stress; si abitua velocemente alla vita del suo padrone e sostanzialmente finisce per emularla. Nel corso del tempo i cani Cavalier King Charles Spaniel hanno conosciuto un vero e proprio ‘successo’ anche per merito di cinema e televisione.

Per tanto tempo il Cavalier King, infatti, è stato associato al cane del celebre Lilli e il Vagabondo, anche se pare che Lilli in quel caso fosse un Cocker e non un Charles Spaniel. In ogni caso anche i nostri cavalieri sono dolci proprio come Lilli. In TV, invece, i cani di questa razza hanno conosciuto fama e notorietà soprattutto grazie alla serie Sex and The city, in cui la protagonista ne aveva uno.

La storia dei Cavalier King

La storia dei Cavalier King inizia intorno al 700, in Inghilterra, dove furono selezionati diversi esemplari della famiglia ‘spaniel’ con l’obiettivo di creare un nuovo cane adatto alla caccia. Questi propositi, tuttavia, furono ben preso abbandonati. I nuovi cagnolini, in effetti, erano troppo belli e delicati per poter essere impiegati nelle tradizionali e rudi attività di caccia; fu allora, quindi, che il re Carlo I se ne innamorò letteralmente, circondandosi nel suo palazzo reale di questi esemplari. Proprio a Carlo I, infatti, si deve il nome della razza ‘Cavalier King’ ed è a lui che si deve  la loro prima straordinaria diffusione. Questi piccoli cagnolini non furono mai impiegati per la caccia ma divennero ben presto cani da salotto; Carlo I li amava così tanto che emanò addirittura un editto in cui stabilì l0obbligo di lasciar entrare ovunque i cani di razza Cavalier King Charles Spaniel. Un vero trionfo!

Come sono fatti i Cavalier King?

La struttura di questo cane, nel complesso, è un po’ schiacciata. Il cranio e la fronte sono piccole e schiacciate, il pelo è lungo, liscio e morbido e le orecchie sono mediamente lunghe oltre che ricoperte di peli. E’ un cane piccolo ma elegantissimo; per essere al top ha bisogno davvero di po’. La toelettatura, infatti, è sconsigliata anche perche ‘al naturale’ i Cavalier King sono già assolutamente perfetti ed eleganti. Tuttavia, è consigliabile lavarli spesso (almeno una volta al mese) per mantenere la lucentezza e la morbidezza del pelo sempre intatta.

I cani Cavalier King sono buoni, incapaci di mordere o aggredire simili o umani. Sono dei perfetti cani da appartamento e non sono per nulla adatti a cucce esterne in giardino. Sono cani che amano la comodità, la pulizia, il divano di casa; insomma, sono veri e propri membri della famiglia.

Chi è capace di educarli e di resistere al loro sguardo languido potrà convivere con Cavalier King Charles Spaniel capaci di vivere da soli per quale ora in casa; chi, invece, non trova proprio il coraggio di abbandonarli anche solo per qualche ora, se li troverà da grandi sempre dietro (al lavoro, in ufficio, in auto, in vacanza, loro sono disposti a seguire il padrone ovunque pur di non restare soli).

Sono cani delicati ma agili, vanno abituati al movimento altrimenti c’è il rischio concreto che per pigrizia perdano la voglia di passeggiare. In linea di massima i Cavalier King hanno un carattere molto vivace: amano i cani e i bambini e sono tra i cani perfetti per la pet teraphy. Anche qui, in ogni caso, molto dipende da come vengono educati i cani: se si abitua il cavalier ad una vita solitaria e poco movimentata, da grande non avrà tanta voglia di giocare con i suoi simili o con i bambini ma preferirà sempre e solo la compagnia del padrone a quella di qualche sconosciuto!

E’ consigliabile, in ogni caso, munirsi di palline rimbalzanti, peluche, pantofole e giochi proprio per non far annoiare il vostro amico a 4 zampe.

La pulizia è d’obbligo!

Per quanto riguarda la salute, è bene sapere che i Cavalier King sono cani delicati. Gli occhi e le orecchie vanno puliti spesso e anche il pelo va spazzolato regolarmente tutti i giorni per eliminare sporcizia e impedire la formazione di fastidiosi nodi. La razza è soggetta ad alcune patologie legate a problemi di cuore e di articolazioni ma come per ogni esemplare, ogni cane ha la sua storia. Certamente il cavalier king è un cane esigente e ha bisogno di padroni attenti e premurosi. E’ un po’ come un bambino piccolo che va coccolato, curato e anche viziato. Occhio a non farli mangiare troppo!

Commenta