Allarmi casa: come scegliere

Come scegliere gli allarmi per la casaNell’era moderna, proteggere le cose e le persone a noi più care è diventato un compito sempre più difficile e complicato. Purtroppo, le nostre abitazioni sono sempre più soggette a “visite non gradite” mettendo in serio pericolo la “privacy” dei nostri familiari. Per ovviare a tale problema e assicurare un elevato livello di protezione della nostra casa, dell’ufficio, dell’attività commerciale o di altri beni preziosi da “tenere sott’occhio”, è opportuno scegliere sistemi di allarmi casa all’avanguardia. Acquistando sul sito allarmiwireless.net è possibile scegliere dei kit già configurati e dotati degli ultimi ritrovati tecnologici. Per la scelta di un antifurto senza fili è opportuno che l’utente abbia un prospetto chiaro e dettagliato degli ambienti da “controllare”, in modo tale da fare un acquisto mirato e duraturo.

Allarmi casa: tutto quello che bisogna sapere

Per garantire un’ottima protezione della casa, è necessario che in tutte le zone interne, in prossimità dei varchi di accesso come porte e finestre, vengano installati sensori di movimento e perimetrali in grado di rilevare qualsiasi tipo di attività. Un’eventuale effrazione, mette in allarme il sistema.

Affinché l’intero impianto d’allarme funzioni correttamente è opportuno che la centrale, ovvero la “mente” del sistema, interagisca perfettamente con tutte le periferiche, quindi con i sensori, la sirena, le telecamere, i rilevatori di fumo, gas, acqua e i telecomandi.

I sensori, quindi, svolgono un ruolo chiave e fondamentale per il corretto funzionamento dell’antifurto wireless e possono essere considerati come dei veri e propri “occhi” del sistema.

E’ possibile distinguere tre tipologie di sensori di movimento:

  1. Infrarossi, cioè che rilevano i cambiamenti di temperatura nell’area interessata. Quindi, la presenza di eventuali intrusi verrà immediatamente “segnalata”, a causa del calore generato dal corpo umano.
  2. Microonde, in pratica rilevano qualsiasi tipo di movimento, gesto o azione da parte di cose e persone.
  3. Infrarosso + Microonde, cioè una fusione di entrambe le tecnologie. In questo caso, le probabilità di falsi allarmi si riducono quasi a zero.

Per quanto riguarda i sensori perimetrali, sono quelli che, generalmente, si installano su porte e finestre, permettendo di attivare l’allarme, senza farlo scattare, anche quando si è in casa.

La sirena, invece, è la “voce” del sistema d’allarme e può essere installata sia all’interno che all’esterno della casa. Il suo ruolo è determinante perché, con il caratteristico effetto sonoro e il sistema di lampeggianti, funge da deterrente mettendo in fuga i malviventi.

Videosorveglianza in full HD

Oltre al kit di allarme wireless, è possibile aggiungere un sistema di videosorveglianza professionale con telecamere ad altissima risoluzione. Grazie alle telecamere dotate di risoluzione fino a 12 Megapixel è possibile avere delle immagini nitide e in alta definizione. I sistemi di videosorveglianza si dividono in diverse categorie. Ci sono quelli cvbs ( analogici) che sono ormai obsoleti; quelli in ahd (analogico in alta risoluzione) che garantiscono una perfetta definizione delle immagini su ampie distanze. Inoltre, grazie ad una normale rete internet e tramite uno specifico servizio di app, è possibile ricevere immagini della propria casa, sul proprio dispositivo o tablet, in tempo reale.

Commenta