Smartwatch

A cosa servono gli smartwatch?

Con un mercato degli smartphone un po’ stagnante, sono gli smartwatch e le smartband ad essere nel mirino del mercato, grazie alle loro crescite di vendite esponenziali. Ma esattamente, a che cosa servono? Possono sostituire uno smartphone? Ma, soprattutto, possono essere utili? Questo dovete stabilirlo voi: se sì, potete sceglierne uno risparmiando un po’ su tecnogang.

Cos’è uno smartwatch?

Se siete capitati su questo articolo è perché molto probabilmente non sapete che cosa sia di preciso uno smartwatch e a che cosa serva, e quindi perché qualcuno dovrebbe comprarlo. Tranquilli, vi daremo tutte le risposte che state cercando con tutti i vantaggi nello sport e nel lavoro.

Ma quindi: cos’è uno smartwatch? Si tratta di un orologio intelligente, quindi come il lo smartphone non si limita a telefonare, così lo smartwatch non indica solo l’ora, ma ha anche altre funzioni che normalmente si fanno col telefono.

La sua tecnologia è la wearable technology, la tecnologia indossabile e che inizialmente potevano essere usati solamente con il telefono nelle vicinanze (in Italia in parte è ancora così, pur esistendo smartwatch LTE come Apple Watch che permettono di lasciare a casa lo smartphone), telefono cui si collegano via Bluetooth.

Gli smartwatch non emettono suoni di notifica, ma leggere vibrazioni sfruttando il contatto cono il corpo. Tra i più noti ci sono Apple Watch, Samsung Galaxy Gear, Pebble. Come detto, presentano numerosi vantaggi, di cui parleremo subito qui di seguito.

Utilità nello sport

Gli smartwatch consentono di evitare l’acquisto di un orologio sofisticato per il monitoraggio delle performance sportive in bici, di corsa, a nuoto visto che ci sono delle applicazioni che monitorano l’attività del vostro corpo, che possono essere controllate semplicemente guardando il polso.

Sono molto utili, inoltre, perché sono compatibili con applicazioni come Runtastic o Runkeeper, evitandovi di tirare fuori lo smartphone per controllare. Sono utili anche in caso di problemi, magari siete finiti in un dirupo in bici oppure vi siete fatti male: invece di chiamare per informare dove siete, potete schiacciare un pulsante per mandare un SMS automatico a chi avete in precedenza stabilito con le coordinate geografiche in cui siete.

Alcuni smartwatch, inoltre, hanno dei piccoli obiettivi per la ripresa di video e foto in modo da avere ricordi delle vostre avventure sportive.

Utilità sul lavoro

Gli smartwatch sono molto utili anche sul lavoro. Per esempio potete evitarvi il tempo di spulciare tutte le mail sul vostro telefono, quelle che vi arrivano per notifica e che prima o poi dovete scorrere se sono importanti. Con lo smartwatch potete farlo direttamente, scorrendo sul suo display e capendo se sono importanti o meno (e solo allora dovrete per forza tirare fuori il telefono per leggerle e rispondere).

E ancora, dite addio alle chiamate importanti perse. Se il capo ha bisogno di voi urgentemente, vi ha chiamato ma non avete risposto sicuramente ha chiamato un altro che ha risolto per voi la situazione, prendendosi una promozione.

Con lo smartwatch potete evitare situazioni del genere: infatti il dispositivo vibrerà con la chiamata cui potete rispondere direttamente da lì, parlando in vivavoce. Bello, no? Sempre con lo smarwatch potete direttamente passare da “Suono” a “Vibrazione” se siete in riunione, in modo da evitare che il telefono squilli davanti a tutti, magari mandando anche un messaggio preimpostato del tipo Sono in riunione, ti richiamo appena posso.

Insomma, ce ne sono di cose che potete fare con lo smartwatch e che possono ridurre la vostra dipendenza dallo schermo del telefonino (anzi, telefonone visti gli ultimi modelli!).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *